31/08/09

10 cose

All'inizio di agosto Ester di Kosenrufu mama mi ha citata per un premio in cui devo dire 10 cose di me... scusa per il ritardo Ester e grazie :))



1- quando sono arrabbiata sbatto forte le cose (pentole, piatti, sportelli...) per farmi sentire bene da chi è intorno;
2- odio quando qualcuno mi osserva mentre faccio qualcosa: mi sento in soggezione; (tranne quando cucino o fotografo...)
3- i viaggi sono una delle cose che adoro di più al mondo;
4- adoro bere alla bottiglia... anche se NON SI FA!!
5- ogni tanto, quando mi guardo allo specchio, ho paura di vedere un fantasma dietro di me... O_O
6- vado matta per gli elfi e nei giochi online fantasy (che adoro!) scelgo sempre un' elfa... possibilmente mago o druido (anche l'arciere non mi dispiace...);
7- mi piace il fai da te... vorrei ridipingere la casa, decorare i mobili, fare degli stencil... ma sono pigra, pigra, pigraaaaaaaa!!
8- ogni tanto vorrei buttare la TV... ma uno dei miei programmi preferiti in questo momento è SPONGEBOB... non posso perderlo!
9- amo leggere, a volte anche due o tre libri alla volta... ma purtroppo dopo poco tempo me li dimentico (se mi sono piaciuti li rileggo però!!)
10- a fasi alterne volevo fare il giornalista, l'astronomo, il biologo marino, il medico legale, lo sceneggiatore, l'albergatore, l'animatore in villaggi turistici... mica tanto tempo fa eh???



Regolamento di questo premio è il seguente: dì ai tuoi lettori 10 cose che possono sapere oppure no, purchè siano vere; indica 10 persone a cui dare il premio e fai in modo di farglielo sapere (un commento sul loro blog va benissimo); non dimenticare di indicare (e di linkare) il blogger che ti ha premiato!



Ed ecco la lista dei premiati:

moments of perfect clarity
the fragrant muse
un dejeuner de soleil

il giardino dei ciliegi

the art of living in japan

profumo di biscotti

cuttings on a blog
nocciole tostate
chez spud
il ramaiolo

Un saluto a tutti :)

30/08/09

Annecy: la ville

Ho realizzato che da quando ho aperto il blog di cucina ho un po' trascurato queste mie "cronache". Per rimediare e per riprendere le fila di un discorso lasciato in sospeso ho deciso di tornare indietro nel tempo e di ripartire da Annecy, un gioiello francese che mi è piaciuto davvero molto! E' stato un viaggio ricco di grandi ispirazioni e dopo il mercatino dell'antiquariato e il mercato della domenica ecco una panoramica sulle bellezze della città.























Tra le altre cose mentre passeggiavamo nel parco sulle rive del lago abbiamo avuto la fortuna di assistere ai preparativi e all'esecuzione di un concerto di soli fiati che ci ha incantato!





























Alla fine quello che rimane di Annecy è uno splendido ricordo perchè è una città molto viva, frizzante, piena di iniziative. Lasciandola ci si promette già di tornare per scoprire altre "cronache minime" .

04/08/09

Sono qui...

Marina di Carrara, il paese in cui sono nati i miei nonni, il mio babbo, la casa in cui vengo in vacanza da quando posso ricordare... Questo è l'ulivo, simbolo della casa... e della casata! E' lì da più di cent'anni, rassicurante e silenzioso testimone di tutte le nostre vite...



E poi c'è l'orto.... continuo a chiamarlo così, anche se da molto tempo orto non lo è più! E' diventato un bel giardino, piccolo ma molto accogliente, con il suo pozzo, forse anche questo centenario come l'ulivo (anche se qui è stato un pò restaurato!)



Una delle cose che amo di più di questa casa è la possibilità di vivere fuori, sempre... mangiare, cucinare, lavare, tutto si fa fuori...



... in compagnia dell'ennesimo pezzo centenario: questo meraviglioso lavandino di marmo in blocco unico (d'altro canto siamo a Carrara... il marmo si spreca!!)



E poi qui ci sono sempre degli ospiti... a volte umani... a volte no!









A fare da colonna sonora ad ogni cosa la musica...



Amo Marina di Carrara anche se non è un posto da sogno; il mare non è splendido e le passeggiate lasciano a desiderare... ma sedermi sugli scogli ad ascoltare il mare che canta o che urla (ricordo le corse con i miei cugini per fuggire dalle onde che saltavano al di qua del molo), camminare sulla sabbia, tuffarsi tra le onde per tutto il pomeriggio e la sera tornare di corsa a casa "perchè bisogna preparare la cena", e sciacquare i costumi pieni di sale e sabbia nel lavandino di marmo... lo facevo io da bambina ed ora ritrovo i miei stessi gesti, le mie stesse sensazioni. i miei stessi capricci nei miei figli... tutto ciò è rassicurante!

Non ho messo foto del mare... ce ne sono alcune nei post più vecchi e altre ce ne saranno in futuro... ma in questa stagione non è il mare che preferisco! A presto e buone vacanze a tutti!